Strettamente personale


silenzio
Nel silenzio della sera, le farfalline svolazzavano intorno ai globi luminosi e sembravano danzare al loro passaggio. Era buio, ma le luci giallognole che addolcivano le tenebre lungo il vialetto di terra rossa, si riflettevano negli occhi lucidi di Vincenzo, spiegando più di mille parole il suo reale stato d’animo. La gioia e lo sconforto […]

Un abbraccio nel silenzio della notte


work in progress
Il romanzo in corso d’opera * Madagascar, 11 agosto 2011. Jonas Sunborn deve assistere Francesco, suo amico e medico personale, nella fase d’avvio dei lavori per un nuovo ospedale  a Fianarantsoa. Ex architetto, travolto da un doloroso passato, Jonas sa bene che l’invito dell’amico non è casuale, ma mira ad offrirgli una chance di riscatto […]

Work in progress…


«Il lockdown durava già da qualche settimana e la giornata non preannunciava nulla di diverso. Era una Domenica un po’ grigia e senza vento. Di quelle in cui l’aria sembra fermarsi sospendendo ogni cosa. Guardavo il mare col naso appiccicato alla finestra nella speranza che potesse riprendere presto il suo colore.Quella tavola grigia e inanime mi inquietava. […]

Il tempo fermo



quel pomeriggio di ritorno dal mare...
Quel pomeriggio un temporale estivo li sorprese durante il cammino di ritorno dal mare. Gli altri si erano messi a correre per arrivare più in fretta alla fermata dell’autobus, ma Lalla aveva terrore dei tuoni e Toni lo sapeva. Si infilò veloce in quel casolare vuoto e disabitato da tempo. All’esterno la natura si era […]

Il casolare abbandonato


giornata mondiale dell'ambiente
Con una tradizione consolidatasi negli ultimi 47 anni, il 5 di giugno ricorre la giornata mondiale dell’ambiente. La prima edizione si era aperta al grido di “Only One Earth”, per cercare di svegliarci dal torpore in cui eravamo sprofondati dopo decenni di crescita economica. Ma a distanza di tante edizioni l’unica cosa che pare essere […]

Giornata mondiale dell’ambiente, sono 47


sigari
Era una di quelle sere di mezza estate in cui aspetti la notte per respirare un po’ d’aria fresca. E quel giorno aveva fatto davvero molto caldo. Mi ero incontrato a cena con alcuni vecchi amici e dopo i saluti di commiato decisi di andare a casa seguendo un percorso alternativo. Più lungo, ma anche […]

Una scatola di sigari e un ...



notte di primavera
Il rischio che correva era grande, nessuno doveva sentire. E accostato il portone con la massima attenzione, si tuffò nella notte scura. Ettore avanzava guardingo, camminando così vicino ai muri dei palazzi da strusciarci contro. Ben presto sentì una goccia di sudore colare lungo la tempia. La tensione era massima e quel cappellino di lana […]

Una notte di primavera


Le parole (di Charles Bukowsky)
Le parole non hanno occhi né gambe,non hanno bocca né braccia,non hanno viscerie spesso nemmeno cuore,o ne hanno assai poco. Non puoi chiedere alle paroledi accenderti una sigarettama possono renderti più piacevoleil vino. E certo non puoi costringere le parolea fare qualcosa che nonvoglion fare.Non puoi sovraccaricarlee non puoi svegliarlequando decidono di dormire. A voltele […]

Le parole (di Charles Bukowsky)


secchiello
Quel giorno il profumo del mare mi arrivava forte insieme ad una miriade di finissime goccioline. Il libeccio prima gonfiava le onde e poi ne spettinava le creste nebulizzandole nell’aria e io mi divertivo ad osservarne le traiettorie sfumate e imprevedibili. “Il mare è sempre bello” pensavo “Peccato che quand’è così sputi sulla spiaggia rifiuti […]

Il secchiello rotto, sulla spiaggia



la favola triste di Nina Serrano
Quando Nina arrivò in Sardegna i suoi grandi occhi verdi erano tornati dolci; come da bambina. Nella valigia che portò con se aveva messo solo poche cose e di scarso valore; quelle importanti, le aveva riposte nel cuore. E oltre all’amore per quell’uomo, che l’aveva strappata alla paura e alla miseria, c’era l’intera speranza di […]

Nina e la favola triste


amore non è invisibile
Quando l’ho visto, ho provato un piacere immenso. Camminava lungo i bastioni affollati di una sera d’inizio Agosto. L’aria era tiepida, il mare riluccicava; il chiacchiericcio della folla, un sottofondo non desiderato che copriva il rumore della risacca sulla scogliera di sotto. Lui, mano nella mano con una donna, lo sguardo estraniato e felice, il […]

L’amore non è invisibile


Rocco e il mare
Era una mattina di inizio Gennaio, di quelle col mare calmo, il cielo terso, e l’aria pungente. Abbastanza fredda da gelarmi le orecchie, ma non tale da impedirmi di portare avanti le mie abitudini. Ancora pochi giorni e sarei dovuto andar via dalla mia isola. Non potevo rinunciare così facilmente alla mia passeggiata mattutina, cercavo […]

Rocco, un uomo di mare pieno ...



Sofia
Sei mai stato in Bulgaria? Oggi ti porto a Sofia, capitale millenaria dei Balcani. «La periferia è cupa, grigia e desolante» Appena ci arrivi, vorresti già scappare. Il tragitto dall’aeroporto al centro città non è tanto lungo, ma quanto basta a farti venire qualche dubbio sulla tua scelta. La periferia è cupa, grigia e desolante […]

Sofia, capitale dai mille volti


Prima o poi arriva per tutti. È quel momento in cui le gambe tremano per la paura e il cuore ha voglia di saltar fuori per rimbalzar lontano.  Lo si sente in gola, nelle tempie; mentre un’ondata di freddo improvvisa comincia a gelare il capo, facendoci sudare sulla fronte e lungo la schiena.  La paura […]

Se sai come, fallo e basta!


Uno sguardo, vale più di mille parole
Arrivato il mio turno, quando vidi la faccia del medico, mi rasserenai. Era un amico d’infanzia.Gli spiego il problema. Ascolta, mi visita, sorride. Mi tranquillizza. «Prego, si accomodi fuori» Mi esorta l’infermiera. «Ora attendiamo il cardiologo e poi vediamo». Abbasso la manica e mi accorgo che un tubetto di plastica, veniva fuori dal braccio. «Ha […]

Uno sguardo, vale più di mille ...



Vado a vivere in Irlanda
«…compiuti cinquant’anni, ho pensato “Ora o mai più!”. Ho licenziato tutti i dipendenti, chiuso l’attività,… gli ho detto: Vado a vivere in Irlanda. E sono venuto qui». Il locale era piccolo ma accogliente, l’aroma intenso, e il faccione tondo di Tullio, rassicuranti. Il profumo del caffè, ci venne incontro col suo sorriso, avvolgendoci in un […]

Ho deciso! Vado a vivere in ...



Tutto accade per un motivo
Tutto accade per un motivo «Forse ora non riesci a capire, ma soffrire per ciò che immagini e non per quello che vedi, non ha un minimo di logica. Mettiti tranquillo e aspetta. Scoprirai che alla fine, tutto acquista un senso»   Con affetto, tuo Positive Man 😉    

Tutto accade per un motivo